L’olio degli dèi nella Valle dei Templi

valle dei templi

Monumentali e vetusti, li chiamano “patriarchi della Valle dei Templi” per la loro sobria imponenza. Sono enormi ulivi saraceni, il più vecchio dei quali ha più di 700 anni.

Antichi quasi quanto la civiltà millenaria di cui sono stati muti testimoni, dai frutti di questi alberi secolari si estrae un nettare prezioso, un olio extravergine di straordinaria qualità.

La raccolta e la produzione, a cura dell’Ente parco archeologico e paesaggistico Valle dei Templi, seguono metodi tradizionali. Le olive, ancora verdi perché l’olio conservi un buon sapore fruttato, vengono raccolte a mano, in modo da non danneggiarle, e trasportate nella stessa giornata al frantoio dove sono spremute a freddo con macine di pietra.

 

olio di oliva

 

A quest’olio pregiato è stato dato un nome particolare, Diodòros. Il nome non è solo un riferimento a quella cultura greca che, in questa parte di Sicilia, ha lasciato tracce indelebili. È anche un modo per ricordare che la coltivazione dell’ulivo qui riveste una grande importanza fin dalla tarda antichità, tanto che lo storico greco Diodoro Siculo, nel I secolo a.C., descriveva Akragas (questo l’antico nome di Agrigento) come un territorio ricco di ulivi dai quali si ricavava un raccolto abbondante, venduto in parte anche a Cartagine.

Qui ad Agrigento, in un angolo di Magna Grecia, i siciliani paiono aver voluto suggellare il legame con il loro glorioso passato proprio attraverso l’olio, che sembra spremuto apposta per gli dèi.

 

Vocabolario:

  • sobrio: elegante;
  • l’imponenza: solennità, grandiosità;
  • muto: di cose che rimangono silenziose;
  • il testimone: cosa, oggetto, manifestazione, aspetto che rappresenta un indizio o una prova, una dimostrazione o una documentazione palese;
  • estrarre: cavare, tirare fuori, con semplice atto meccanico o mediante vari procedimenti;
  • la raccolta: l’operazione e l’attività di raccogliere i frutti della terra;
  • danneggiare: nuocere a persona o cosa recando danno;
  • il frantoio: il luogo, cioè il locale, l’edificio, lo stabilimento dove si compie la frantumazione;
  • spremere: premere con forza qualcosa, a mano o con apposito strumento, per farne uscire il liquido contenuto;
  • la macina di pietra: il cilindro di pietra (un tempo detto anche mola) che in ha la funzione di stritolare e macinare ruotando;
  • la traccia: segno visibile, o, anche, non materiale, che rimane come documento, testimonianza, eco o ricordo di un fatto, di una situazione, di una condizione;
  • indelebile: che non si cancella, che non si può cancellare;
  • la coltivazione: l’attività del coltivare un terreno, o determinate piante, comprendente varie operazioni che vanno dalla preparazione del terreno alla raccolta del prodotto;
  • ricavare: cavare fuori, ottenere, trarre o estrarre, di solito attraverso una elaborazione o trasformazione più o meno profonda;
  • abbondante: che è in gran quantità;
  • suggellare: confermare definitivamente, convalidare;
  • apposta: con intenzione, con deliberata volontà, di proposito.

 

sfida tra poseidone e atena

 

La storia dell’olio e dell’ulivo nella mitologia greca

Secondo il mito legato alla nascita della città di Atene, Poseidone e Atena si sfidarono per decidere a chi dovesse essere consacrata la più grande città dell’Attica. La gara consisteva nell’offrire un dono ai suoi abitanti. Il dio che avrebbe fatto il regalo più bello e utile avrebbe dato il suo nome alla città.

Poseidone piantò il tridente nella terra e da questa sgorgò l’acqua, un bene utilissimo. Che delusione, però quando i cittadini si accorsero, assaggiandola, che era salata!

Quando venne il suo turno, Atena piantò il giavellotto nella terra e crebbe un ulivo. L’ulivo fu considerato preziosissimo, perché dava legname, cibo e quel nettare prezioso che era l’olio.

Atena vinse così la sfida e la città prese il suo nome.

 Vocabolario:

  • sfidarsi: gli avversari si provocano a vicenda a battersi in uno scontro armato o in una prova d’intelligenza;
  • consacrare: rendere sacro destinando al culto della divinità, di santi, di eroi e simili;
  • il dono: il regalo;
  • utile: che può servire a qualche funzione;
  • piantare: far penetrare;
  • il tridente: forcone a tre denti o rebbi, usato nell’antichità principalmente per la pesca e anche per la caccia e per i lavori agricoli;
  • sgorgare: di liquidi, uscire fuori con impeto;
  • la delusione: stato d’animo provocato dalla constatazione che le aspettative non hanno riscontro nella realtà;
  • il giavellotto: arma da getto costituita da un’asta che ha in cima una punta di metallo aguzza;
  • crescere: diventare più grande, per naturale e progressivo sviluppo;
  • il legname: legno, o più spesso (con valore collettivo) insieme di legni che, interi, segati o spaccati, s’adoperano come materia prima per costruzione e per lavoro;
  • la sfida: lo sfidare a battaglia, a duello, a una gara o a qualsiasi altra competizione.

© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

Giochiamo con i pronomi: Picnic di primavera

gioco preposizioni

Scarica il PDF selezionando la foto in alto, poi stampalo e preparati a giocare.

dado

Ti servirá un dado.

In ogni casella manca:

  • un pronome soggetto (io, tu, lui, ecc.)
  • un pronome diretto (lo, la, li, le)
  • un pronome riflessivo (mi, ti, si, ci, vi)
  • un pronome indiretto (mi, ti, gli, le, ecc.)
  • oppure le particelle pronominali ci e ne.

Se giochi da solo e hai risolto correttamente l’esercizio, avanzi di una casella. Altrimenti torni alla partenza.

Se giochi con altre persone, si tira il dado a turno e si avanza. Alle caselle 7 e 22 si sta fermi un giro.


© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!
© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!
© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!
© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!
 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

Soluzioni: 1. -ci, 2. ci, 3. -la, 4. mi, 5. Li, 6. vi, 8. tu, 9. Ti/Vi, 10. l’, -ci, 11. Ne, 12. Vi, 13. ci, 14. -la, 15. -le, 17. si, 18. Le, 19. Ci, 20. li, 21. ne, 23. -ti, 24. ci, 25. si, 26. -vi, 27. ne, 28. le, 29. ne, 30. mi.

Il libro: Paolo Giordano, Il corpo umano

il-corpo-umano-di-Paolo-Giordano

Un contingente di giovani soldati italiani (tutti professionisti, ma molti alla prima missione) viene spedito in Afghanistan, in una postazione avanzata, in mezzo al nulla.

Il tempo passa e ognuno divide la giornata tra le varie incombenze del campo. Di notte la vita personale, con tutto quello che è stato lasciato in patria, prende il sopravvento.

Cameratismo, difficoltà di confrontarsi con il nemico e una natura assente e difficile – luce e terra riarsa – trasformano l’avamposto in una sorta di campus di eremitaggio collettivo.

Quando il momento di agire arriva, ciascuno sente che quella prova trasformerà la sua vita, che non sarà più la stessa di prima.

Paolo Giordano (premio Strega 2008 con il suo romanzo di esordio, La solitudine dei numeri primi) sfrutta con abilità le sue doti di narratore intimista, applicandole a personaggi innestati in un territorio  letterario sconosciuto.

Nonostante i paralleli con Camus e la letteratura esistenzialista, è evidente che la modernità in cui siamo immersi ha trasformato profondamente anche il mestiere delle armi.

Paolo Giordano, Il corpo umano, Mondadori, 309 pagine


© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!
© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!
© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!
© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!
 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

Vocabolario:

  • il professionista: chi esercita una professione intellettuale o liberale come attività economica primaria;
  • la postazione avanzata: nel linguaggio militare, luogo, costituito da una semplice zona di terreno o da una piazzola opportunamente organizzata, in cui vengono collocate armi o artiglierie in modo da poter aprire efficacemente il fuoco su uno o più bersagli;
  • l’incombenza: incarico dato o ricevuto di fare o dire qualche cosa;
  • prendere il sopravvento: mettersi in posizione di vantaggio, di superiorità;
  • il cameratismo: Sentimento di amichevole e cordiale solidarietà fra camerati;
  • assente: che manca, inesistente;
  • riarso: bruciato costantemente per mezzo del calore;
  • l’avamposto: nel linguaggio militare, dispositivo di sicurezza schierato in corrispondenza delle direzioni di prevedibile provenienza del nemico, per garantire unità in sosta da sorprese e assicurarsi la possibilità di entrare tempestivamente in azione;
  • l’eremitaggio: luogo solitario, lontano dall’abitato;
  • la prova: atto, o serie di atti, operazione, procedimento, aventi lo scopo di conoscere, verificare, dimostrare le qualità, le caratteristiche, la rispondenza a determinati requisiti di qualcosa, o anche le doti, le attitudini di una persona;
  • con abilità: per mezzo della capacità di svolgere una particolare forma di attività;
  • la dote: qualità positiva, fisica o intellettuale, avuta in dono dalla natura;
  • il mestiere: ogni attività, di carattere prevalentemente manuale e appresa, in genere, con la pratica e il tirocinio, che si esercita quotidianamente a scopo di guadagno.

Alla scoperta del Lago di Garda: Limone sul Garda

limone sul garda

Si potrebbe pensare che Limone sul Garda, una delle località più affascinanti della sponda occidentale del Lago di Garda, debba il proprio nome a questa tradizione agricola. Non è così: Limone viene infatti dal latino limen, cioè “confine“, perché un tempo il borgo era raggiungibile solo via lago.

La popolazione di Limone è intraprendente e lungimirante: dal dopoguerra in poi è riuscita a trasformare un paesello di pescatori in uno dei centri turistici più importanti del lago.

Oltretutto, sembra che da queste parti si trovi l’elisir di lunga vita: la comprovata longevità degli abitanti pare essere dovuta a una proteina, trovata nel sangue di un nativo, che terrebbe lontani arteriosclerosi e infarto. Vero è che qui l’aria è davvero salubre.


© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!


Vocabolario:

  • il confine: limite di un territorio, di un terreno
  • lungimirante: di persona che guarda e vede lontano nel tempo, che prevede cioè con saggezza gli sviluppi degli avvenimenti futuri e vi provvede in tempo
  • comprovato: confermato
  • longevità: durata della vita degli organismi oltre il limite medio
  • salubre: che giova, che fa bene alla salute

La parola italiana del giorno: CITTÀ

città
 la città – city
Verbi:

abitare in… – to live in

vivere in… – to live in

preferire la… – to prefer

recarsi in… – to go to

visitare una… – to visit a

Tipologia

… natale – native town

… industriale – industrial city

… agricola – farm town

… commerciale – business town

… turistica – tourist town

… portuale – harbour town

… universitaria – university town

… satellite – satellite town

… nuova – new districts

… vecchia – old districts

… bassa – the lower part of the town

… alta – the upper part of the town

Parole derivate:

cittadella – citadel

cittadina – small town, female citizen

concittadino – male person from the same town

cittadinanza – citizenship

cittadino – male citizen

Lessico:

centro città – city centre

vita di città – city life

città di provincia – provincial city

città di mare – sea-town

città d’arte – city of art

fuori città – out of the town

città dell’entroterra – hinterland city


© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor web page!

© More FREE video lessons? Join Serena’s YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutoring FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutoring in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

La brutta notizia: Il lungo dramma dell’Ilva

Ilva è il nome latino dell’isola d’Elba. L’Ilva, società del gruppo Riva specializzata nella produzione dell’acciaio, si chiama così perché in origine il ferro che veniva lavorato dall’azienda veniva proprio dall’isola toscana.

Dell’Ilva, una società che ha più di 100 anni di storia, si é parlato molto in quest’ultimo periodo. Da una serie di perizie iniziate nel 2010, é risultato che lo stabilimento di Taranto emette quantità enormi di sostanze nocive. Tonnellate di particolato, anidride solforosa e molto altro ancora. Sostanze che provocano nella popolazione dei dintorni una percentuale superiore alla media di malattie cardiovascolari e di tumori maligni, in particolare ai polmoni e alla vescica, e molti casi di leucemia.

Il 26 luglio 2012 la magistratura di Torino ha deciso il sequestro (e cioè la chiusura) dell’impianto. Ma l’Ilva di Taranto dà lavoro a 1.400 persone. E così il governo ha emesso un decreto che autorizza la riapertura dell’impianto e la vendita dei prodotti, anche quelli sotto sequestro.

E la divisione dei poteri? Non ci avevano insegnato a scuola che il potere giudiziario e il potere esecutivo sono due cose diverse? E la salute dei cittadini? Domande senza risposta, purtroppo.

Foto: ledsocialistieuropei.it
Foto: ledsocialistieuropei.it

 


© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor web page!

© More FREE video lessons? Join Serena’s YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutoring FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutoring in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!


Vocabolario:
  • l’acciaio: lega di ferro e carbonio prodotta allo stato fuso
  • il ferro: elemento chimico di simbolo Fe, è il metallo più abbondante della Terra
  • la perizia: mezzo di prova necessario per compiere una valutazione per la quale sono necessarie specifiche competenze tecniche, scientifiche e artistiche
  • lo stabilimento: insieme di fabbricati in cui si svolge un’attività industriale
  • nocivo: pericoloso per la salute
  • il particolato: detto di sostanze, materiali, e simili, costituiti di particelle
  • l’anidride solforosa: composto chimico contenente lo zolfo tetravalente, di formula SO2; è un gas dall’odore pungente, soffocante, 2,26 volte più denso dell’aria, dannoso per gli organismi animali e vegetali
  • i dintorni: le zone vicine
  • la malattia cardiovascolare: infermità che riguarda il cuore e i vasi sanguigni
  • maligno: grave
  • la vescica: organo cavo del corpo umano o animale, destinato alla raccolta dell’urina
  • il sequestro: provvedimento legale che toglie un bene al suo proprietario
  • emettere: pronunciare, esprimere un giudizio in forma ufficiale
  • la vendita: l’azione di vendere qualcosa
  • la divisione dei poteri: uno dei principi fondamentali dello stato di diritto. Consiste nell’individuazione di tre funzioni pubbliche nell’ambito della sovranità dello Stato – legislazione, amministrazione e giurisdizione– e nell’attribuzione delle stesse a tre distinti poteri dello stato, intesi come organi o complessi di organi dello Stato indipendenti dagli altri poteri: il potere legislativo, il potere esecutivo e il potere giudiziario (gli stessi termini vengono usati anche per indicare la funzione a ciascuno attribuita)
  • insegnare: istruire
  • la salute: stato di benessere fisico e di armonico equilibrio psichico dell’organismo umano
  • purtroppo: malauguratamente, sciaguratamente

Il DVD del mese – Ti lascio perché ti amo troppo

“Ti lascio perché ti amo troppo!” Chi non se l’è sentito dire, almeno una volta nella vita? Una frase ambigua, che lascia l’amaro in bocca e fa quasi più male dell’essere lasciati. É quello che Mariano, il protagonista di questa commedia romantica in salsa partenopea, si sente dire da Daniela, la sua fidanzata storica.

Mariano sembra inconsolabile, finché un giorno non incontra Ana Paula, una bellissima ragazza brasiliana per la quale perde la testa.

Un film leggero, che sembra fatto per mettere in risalto il talento di Alessandro Siani, il giovane attore napoletano diventato poi famoso come protagonista, accanto a Claudio Bisio, di Benvenuti al Sud.

A volte la sua aria svagata e il suo modo di mescolare l’italiano e il napoletano ricordano il compianto e straordinario Massimo Troisi (indimenticabile ne Il postino, il suo ultimo film).

Siani, già popolare per le sue apparizioni televisive e, soprattutto, per il suo fortunato spettacolo teatrale Fiesta, ha debuttato al cinema nel 2006 proprio con Ti lascio perché ti amo troppo. Da quel momento la sua carriera è stata un crescendo, fino alla consacrazione di Benvenuti al Sud, il film campione di incassi (quasi 30 milioni di euro!) del 2010.

Per acquistare il DVD clicca qui.

Salvatore Viola


© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor web page!

© More FREE video lessons? Join Serena’s YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutoring FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutoring in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!


Vocabolario:
  • lasciare qualcuno: terminare una relazione amorosa
  • ambiguo: enigmatico
  • lasciare l’amaro in bocca: un evento che lascia per lungo tempo tanta tristezza
  • in salsa partenopea: in ambiente napoletano
  • la fidanzata: la ragazza in una relazione amorosa e che si sposerà presto
  • inconsolabile: che non può essere consolato
  • mettere in risalto: portare all’attenzione
  • l’aria svagata: atteggiamento distratto
  • compianto: ci si rattrista ancora per la sua morte
  • popolare: famoso
  • la consacrazione: legittimazione
  • il film campione d’incassi: il film che ha guadagnato più di tutti gli altri