I misteri dell’arte: Giovanni Bellini, Il festino degli dèi

il festino degli dei

Giovanni Bellini aveva stabilito di dipingere solo quadri contenenti personaggi sacri. Aveva rifiutato perfino un incarico di Isabella d’Este, che desiderava una tela di soggetto profano per il suo studiolo di Mantova.

Giovanni Bellini, Autoritratto, 1500 ca., Roma, Musei Capitolini
Giovanni Bellini, Autoritratto (1500 ca.), Roma, Musei Capitolini

Nella produzione dell’artista Il festino degli dèi, realizzato nel 1514 e conservato oggi alla National Gallery di Washington, rappresenta dunque un’eccezione. Forse anche per questo ha stimolato diverse interpretazioni e fatto nascere dubbi sul significato di alcuni suoi elementi.

il festino degli dei
Giovanni Bellini, Il festino degli dèi (1514), National Gallery, Washington

Destinato alle sale private di Alfonso d’Este, in particolare alla sua “camera d’alabastro“, il quadro sembra celare significati ambigui. Innanzi tutto, le scene sono sorprendentemente azzardate: Nettuno insidia l’intimità di Cibele, le ninfe hanno i seni scoperti, Priapo solleva la veste di Loti.

Il clima, più che di festa, è di indolente lascivia. I personaggi maschili, dai satiri agli dèi, hanno atteggiamenti ben poco “divini” e volti tutt’altro che regali e ieratici: si veda, per esempio, il Nettuno in primo piano.

nettuno

Alcuni pensano che, in questa rara rappresentazione profana, Bellini abbia voluto comunque esprimere il sacro che aveva dipinto per tutta la vita, raffigurando il degrado morale cui era giunta la Chiesa dell’epoca, prima con il papato di Alessandro VI e poi con quello di Giulio II. Simbolo del primo era, non a caso, l’asino: lo stesso che troviamo alla sinistra nel quadro.

asino

Nella Cibele insidiata da Nettuno è stata riconosciuta addirittura la figlia di Alessandro VI, Lucrezia Borgia, costretta dal padre a sposare uno Sforza. La mela cotogna rappresenterebbe il matrimonio e le fattezze di Nettuno, scuro di pelle e con i capelli ricci, sembrerebbero alludere a un “Moro”.

cibele e nettuno

Lo strano bicchiere rovesciato al centro della scena ricorda una pisside, il contenitore sacro per l’eucarestia. La sua condizione di abbandono pare il commento adeguato allo scenario allegorico allestito dal pittore.

pisside

Daniela Mangione

Vocabolario:

  • il festino: festa con ballo, musica, rinfreschi;
  • dipingere: rappresentare artisticamente o con intenzione artistica un oggetto reale o immaginario per mezzo di colori;
  • il quadro: dipinto di forma quadrangolare;
  • l’incarico: atto dell’incaricare, dell’affidare cioè ad altri una cura, un compito particolare o una funzione, un ufficio provvisorio;
  • la tela: dipinto a olio, o anche a tempera, eseguito su tela opportunamente preparata;
  • il soggetto: argomento, tema;
  • lo studiolo: nei grandi palazzi signorili rinascimentali, ambiente destinato alla conservazione e all’esposizione di oggetti preziosi e opere d’arte;
  • stimolare: eccitare, irritare, rendere più vivo un sentimento;
  • la camera d’alabastro
  • celare: nascondere, tener nascosto alla vista d’altri;
  • ambiguo: di significato incerto, che può essere variamente interpretato;
  • azzardato: troppo osato, arrischiato;
  • insidiare: tendere insidie, cercare di attirare qualcuno in un tranello, di ridurlo con inganno o di sorpresa in nostro potere, di causargli nascostamente danno materiale o morale;
  • scoperto: esposto alla vista;
  • la veste: il vestito
  • indolente: di persona che non reagisce o reagisce lentamente agli stimoli esterni; quindi apatico, pigro, fiacco nei movimenti e nell’operare;
  • la lascivia: disposizione a una intemperante sensualità, soprattutto in quanto si manifesti o si esprima in forme compiaciute nel comportamento, negli atti, nelle parole, negli sguardi;
  • il volto: il viso;
  • ieratico: di cosa (soprattutto di atto, aspetto, gesto, parola) improntata a una compostezza sacerdotale, solenne;
  • in primo piano: la parte del soggetto più vicino a chi guarda;
  • il degrado: avvilimento morale, stato di abiezione;
  • il papato: periodo di tempo nel quale un papa esercita la sua potestà;
  • l’asino
  • la mela cotogna
  • le fattezze (pl.): le forme della persona, e soprattutto i lineamenti del viso;
  • alludere: rimandare per via simbolica ad altro fatto, immagine o concetto;
  • la pisside: vaso sacro in forma di coppa con coperchio (che ulteriormente si copre con un velo), generalmente di metallo prezioso, e comunque sempre dorato all’interno, destinato a contenere le ostie consacrate;
  • il contenitore: denominazione generica di recipienti, involucri, casse, e sim., di forma e materiali adatti, destinati a contenere oggetti o materiali particolari;
  • l’abbandono: l’atto, il fatto di abbandonare; l’essere abbandonato; condizione in cui rimane chi o ciò che è stato abbandonato;
  • allestito: che è stato organizzato, preparato, predisposto.

© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

 

Musica: Mia Martini

mia martini

È difficile raccontare in poche righe la carriera di questa eccezionale interprete della canzone italiana. Iniziamo con il dire che purtroppo è morta all’età di 47 anni, nel 1995, in circostanze poco chiare.

La tesi del suicidio è quella che meglio si sposa con l’immagine di una donna fragile, sensibile, che nella sua carriera ha dovuto lottare contro maldicenze, a sfondo superstizioso, fino a ritirarsi per un periodo dalle scene.

Per chi non la conosce e vuole scoprirla, ma anche per chi già la ama, questo cofanetto, Nel mio mondo, special edition, è perfetto. Quattro CD, 40 brani di grande successo, tra cui Piccolo uomo, con cui Mia Martini ha vinto, nel 1972, il Festivalbar; la famosa, Minuetto, che è stato il 45 giri più venduto in Italia nel 1973; Almeno tu nell’universo, che nel 1989 ha segnato il ritorno di Mia Martini sulle scene.

Vocabolario:

  • la circostanza: condizione particolare che accompagna un fatto e ne determina la natura, l’importanza;
  • il suicidio: il fatto, l’atto di togliersi deliberatamente la vita;
  • sposarsi: accordarsi, armonizzarsi;
  • fragile: che oppone scarsa resistenza al male fisico e morale, quindi debole, gracile, poco fermo;
  • lottare: combattere;
  • la maldicenza: l’abitudine di parlar male del prossimo;
  • superstizioso: che accetta e segue credenze e pratiche che costituiscono superstizione;
  • il cofanetto: custodia di cartone, a volte rivestita di tela e variamente decorata, che raccoglie opere in più volumi, dvd o compact disc;
  • il ritorno: tornare sulle scene, sul palcoscenico.

© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

 

Notizie dall’Italia: Bagnini a quattro zampe

Bauwatchers

Dopo il grande successo dell’estate scorsa, anche quest’anno i migliori amici dell’uomo tornano su molte spiagge italiane, sia del Tirreno sia dell’Adriatico, per vigilare attentamente sulla sicurezza dei bagnanti.

Sono i cani della Scuola Italiana Cani Salvataggio e sono stati simpaticamente soprannominati bauwatchers. Sono oltre 300, tutti abili nuotatori, soprattutto di razza Terranova, Golden Retriever o Labrador.

Grazie al valido aiuto degli straordinari cani bagnini, il mare italiano è certamente più sicuro!

Vocabolario:

  • il bagnino: addetto all’assistenza dei bagnanti in uno stabilimento balneare;
  • vigilare: sorvegliare;
  • attentamente: con attenzione;
  • abile: capace di fare qualcosa molto bene;
  • Terranova
  • l’aiuto: opera, materiale o morale, con cui s’interviene a levare un’altra persona da una difficoltà, da uno stato di disagio economico, da una situazione penosa o pericolosa.

© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

 

Una parola tira l’altra: MUSICA (con esercizi)

musica

Esercizio 1 (difficoltà media)

Qual é il significato delle seguenti frasi?

  1. Che disordine in cameretta! Appena arriverà la mamma, sentiremo che musica!
    1. che sorpresa!
    2. che scenata!
  2. Al governo cambiano le facce, ma è sempre la stessa musica!
    1. è sempre la stessa storia!
    2. è sempre la stessa frase!
  3. Avete sentito che musica i gatti stanotte?
    1. che rumore fastidioso
    2. che preoccupazione

 

Esercizio 2 (difficoltà media)

Completa le frasi inserendo le parole elencate qui di seguito:

storia della musica – musicoterapia – ha musicato – musica classica – i musicanti – orecchiabile – ascoltiamo la musica – l’insegnate di musica

  1. Mio marito fa __________________ in una scuola superiore.
  2. Domani do l’esame di __________________ .
  3. Noi nel tempo libero __________________ alla radio.
  4. Mozart __________________ i libretti d’opera di Da Ponte.
  5. L’ultima canzone di Jovanotti è proprio __________________ .
  6. Domenica pomeriggio i miei nonni andranno a un concerto di __________________ .
  7. Durante la festa del paese __________________ suonavano la marcia.
  8. Per uscire dalla depressione la sua ultima speranza è la __________________ .

 

Esercizio 3 (difficoltà media)

Che cosa può essere musicale? Trova i due intrusi:

strumento – forma – accompagnamento – lampone – educazione – genere – gusto – corso di formazione – trota – banda – nota -spettacolo – critico

 

Esercizio 4 (facile)

Abbina le risposte alle cinque domande seguenti:

musica esercizio 4

Esercizio 5 (facile)

Collega i generi musicali ai loro strumenti più tipici.

musica esercizio 5


© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!


Soluzioni. Esercizio 1: 1.b, 2.a, 3.a; esercizio 2: 1. l’insegnate di musica, 2. storia della musica, 3. ascoltiamo la musica, 4. ha musicato, 5. orecchiabile, 6. musica classica, 7. i musicanti, 8. musicoterapia; esercizio 3: i due intrusi sono: “lampone” e “trota”; esercizio 4: 1.b, 2.d, 3.c, 4.e, 5.a; esercizio 5: 1.c, 2.d, 3.a, 4.b, 5.e.

Ricetta: Avernito (cocktail con l’Averna)

Avernito

Ingredienti per 1 persona:

  • 1 parte di amaro Averna
  • 3 parti di rum chiaro
  • 1 lime
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • menta fresca
  • soda e ghiaccio tritato

Preparazione: Tagliate il lime in 8 pezzi e pestatelo nel bicchiere con un cucchiaio di zucchero di canna e una manciata di foglie di menta fresca.

Aggiungete abbondante ghiaccio tritato e versate l’Averna, il rum chiaro e una spruzzata di soda. Mescolate bene e decorate con un rametto di menta fresca.

Avernito
Avernito

 


© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

Giardini d’Italia: Villa d’Este, Lazio

Villa d'Este, Tivoli

Dove si trova. Tivoli, in provincia di Roma. Voluto dal cardinale Ippolito II d’Este, governatore di Tivoli, nel 1550, il giardino di Villa d’Este è un capolavoro dell’arte botanica famoso in tutto il mondo anche per le rovine di Villa Adriana, considerata la regina delle ville imperiali dell’antica Roma. Insieme alla villa, è Patrimonio dell’umanità Unesco.

La curiosità. Il giardino di Villa d’Este ha la più straordinaria concentrazione di fontane e altre strutture idriche che si conosca. I numeri: 250 zampilli, 255 cascate, 100 vasche, 50 fontane, 20 terrazze, 300 paratoie, 30.000 piante a rotazione stagionale, 150 piante secolari ad alto fusto, 15.000 piante e alberi ornamentali perenni, 9.000 metri quadrati di viali, vialetti e rampe.

Da non perdere. La Fontana dell’organo, chiamata così per il meccanismo che utilizza acqua e aria per produrre un melodioso suono d’organo. In passato, molti illustri visitatori hanno pensato a una montatura e che qualcuno suonasse di nascosto lo strumento. Niente affatto! Ancora oggi il meccanismo è azionato ogni due ore, per la gioia del pubblico. Da non perdere anche una passeggiata serale nel parco, di solito possibile nei fine settimana da luglio a metà settembre (verificate prima di andare).

Per ulteriori informazioni cliccate qui.

 

Vocabolario:

  • il governatore: alto funzionario che governa un territorio in nome dell’autorità politica che lo ha nominato;
  • il capolavoro: la migliore in una serie di opere di un artista, di uno scrittore, o di un’età, di una scuola, ecc.;
  • il Patrimonio dell’umanità: l’insieme delle ricchezze, dei valori materiali e non materiali che appartengono, per eredità, tradizione e simili, al genere umano;
  • la rovina: quasi esclusivamente al plurale, i resti, le strutture superstiti di edifici e di complessi urbani rovinati, parzialmente distrutti;
  • la struttura idrica: insieme degli elementi che portano l’acqua;
  • lo zampillo: getto d’acqua o d’altro liquido che zampilla;
  • la cascata: il precipitare di una massa d’acqua, di fiumi o torrenti, per un dislivello di varia altezza;
  • la vasca: termine generico con cui vengono indicati sia recipienti, per lo più fissi, di notevole capacità, sia apposite costruzioni o parti di edifici, in cui si raccoglie, stabilmente o temporaneamente, l’acqua o altro liquido;
  • la paratoia: dispositivo mediante il quale si regola il deflusso di un corso d’acqua, costituito essenzialmente da un elemento piano o sagomato che, alzandosi e abbassandosi nella corrente, impedisce in parte o del tutto il passaggio dell’acqua;
  • a rotazione stagionale: la pratica di fare alternare (a distanze quadriennali) su uno stesso appezzamento le diverse colture in uso nell’azienda, basata su ragioni di ordine tecnico ed economico;
  • ad alto fusto: gli alberi che, nel governo dei boschi, si lasciano crescere liberamente fino alla maturazione;
  • perenne: di pianta che vive più di due anni, come certe erbe provviste di cauli sotterranei (piante erbacee, per es. giglio, giaggiolo, ecc.) e le piante legnose;
  • il viale: ampia via urbana o suburbana per lo più caratterizzata dalla presenza di alberi piantati lungo il suo percorso;
  • l’organo: strumento musicale ad aria, costituito da una serie di canne metalliche, di forma, lunghezza e diametro diversi, nelle quali viene immessa, per mezzo di un mantice o altro meccanismo, una quantità d’aria che le fa vibrare, con un’emissione di suoni che è regolata da una o più tastiere e da una pedaliera; in uso soprattutto nelle chiese, per l’esecuzione di musica sacra;
  • il suono: fenomeno sonoro, in quanto prodotto e percepito;
  • la montatura: l’esagerare intenzionalmente l’importanza o la gravità di un fatto, una situazione e simili, spesso anche con l’aggiunta di elementi inventati;
  • azionare: far partire.
Villa d'Este, Tivoli
Villa d’Este, Tivoli

© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!

 

Lessico: Il giornale e l’edicola

giornale edicola

I tempi sono cambiati. Oggi, per soddisfare il nostro bisogno di informazione, leggiamo normalmente le edizioni online dei giornali. Soprattutto la parte gratuita, cioè quella per cui non c’è bisogno di abbonamento.

Se proprio vogliamo sentirci rilassati, come una volta, compriamo un giornale di carta (l’aggettivo che si usa in italiano è “cartaceo“) e ci mettiamo a sfogliarlo. La sensazione della carta di giornale sotto le dita è unica e non potrà mai essere sostituita da un giornale elettronico.

Una volta (e ancora oggi, anche se sempre di meno) il giornale si comprava in un piccolo chiosco chiamato “edicola”. La cosa interessante è che la stessa parola “edicola“, si usa in italiano per quelle piccole nicchie che contengono la Madonna o un santo e si trovano nelle chiese o lungo i pellegrinaggi. Quindi l’acquisto di un giornale aveva qualcosa di sacro!

edicola religiosa

Il giornale che esce ogni settimana è un settimanale. Esistono poi i quindicinali e i mensili. Esistono i giornali illustrati, che hanno molte fotografie, quelli scandalistici, che ci informano sugli amori e gli scandali dei vip.

Nel linguaggio dei giornali, con il passare del tempo si sono diffuse parole inglesi come magazine o addirittura fanzine (una rivista specializzata per fan di un certo argomento).

Tra i giornali più venduti in Italia ci sono sempre i quotidiani sportivi. Quello di colore rosa (la Gazzetta dello Sport) e quello bianco (il Corriere dello Sport).

Io che scrivo, ho un ricordo. Mio padre che esce il sabato mattina e dice: “Vado a comprare il giornale”. Quando torna, oltre al giornale ci sono dei fiori per mia madre e un dolce per me.

Marco Montemarano

 

Vocabolario:

  • il giornale: pubblicazione giornaliera a stampa, di uno o più fogli, che reca notizie, commenti, articoli e avvisi d’ogni genere sulle più disparate materie;
  • soddisfare: appagare, contentare;
  • il bisogno: mancanza di qualche cosa;
  • sfogliare: voltare rapidamente le pagine di un libro, di una rivista, di un quaderno, ecc.;
  • sostituire: mettere una persona o una cosa al posto di un’altra;
  • l’edicola: costruzione in ferro, in legno o in muratura, collocata sul suolo di una strada o piazza pubblica, nell’atrio di una stazione o altrove, e destinata alla vendita di giornali, periodici e altre pubblicazioni;
  • la nicchia: incavo nello spessore di un muro, generalmente in forma di semicilindro verticale, o a pianta rettangolare o poligonale, terminante in alto con un quarto di sfera: costituisce elemento decorativo interno o esterno, per lo più destinato ad accogliere una statua, ma può anche avere la funzione pratica di deposito di materiali o ricovero di persone (per es., nelle gallerie ferroviarie o stradali, nelle vecchie opere di fortificazione, ecc.);
  • il pellegrinaggio: pratica devozionale consistente nel recarsi, da soli o in gruppo, a un santuario o a un luogo sacro per compiervi speciali atti di religione, sia a scopo di pietà, sia a scopo votivo o penitenziale;
  • l’acquisto: l’atto del comprare;
  • sacro: che riguarda la divinità, la sua religione e i suoi misteri, e che per ciò stesso impone un particolare atteggiamento di riverenza e di venerazione;
  • il mensile: del mese, di ogni mese, che si ripete o si rinnova mese per mese;
  • con il passare del tempo: man mano che il tempo trascorre.

© Need 1-to-1 Online Lessons? Contact me on Italian Online Tutor website!

© More FREE video lessons? Join Italian Online Tutor YouTube channel!

© Are you in FaceBook? Here’s Italian Online Tutor FB group!

© Do you tweet? Visit Italian Online Tutor in Twitter!

 © Questions? Write on Serena Italian BLOG!